SCAMBISMO: UNA PRATICA DA PERVERTITI?

scambismo: eyes wide shut

Come funziona lo scambismo?

Lo scambismo è ancora visto come una perversione da depravati quasi, dove chi lo pratica ci è arrivato perché ormai non aveva trovato altre soluzioni per la sessualità di coppia e spesso dicono che chi lo pratica possa anche arrivare ad avere delle dipendenze sessuali per arrivare anche a drogarsi.

Una coppia che sceglie di diventare non monogama, deve avere una sua sessualità consolidata, complice e con forti radici.

Come al solito se si aggiungono altre persone a una coppia (come avviene con un figlio) per colmare le difficoltà della coppia, non si va molto lontano. Non mancano coppie dove uno dei due partner si percepisce che lo fa per accontentare l’altro o per timore di essere lasciato, ma nell’insieme sono poche e spesso sono poi individuate dalla comunità di scambisti e non hanno vita lunga in quel mondo.

Testimonianze di coppie complici che hanno deciso di avere una sessualità non monogama testimoniano che la loro sessualità di coppia quando sono da soli non ne ha risentito, anzi. Sono più affiatati e spesso aumentano anche la frequenza dei rapporti.

Lo scambismo che tutti gli uomini vorrebbero

Si può pensare che “scambismo” stia per scambiarsi i partner e si formino due coppie temporanee. Questo può anche essere un modo di giocare, ma ci sono così tante varianti che elencarle tutte è quasi impossibile perché la fantasia non ha limiti.

Provo comunque ad elencare le principali:

– trio: la coppia si apre a una sola persona che può essere maschio o donna, non si può dire per certo quale sia la percentuale che prevale, di sicuro gelosia e scambimosi consiglia non avere preconcetti!

– giocare in 4: 2 coppie che possono essere regolari, ovvero fidanzati o sposati, come irregolari (una coppia che si forma giusto per fare questi giochi), o una coppia e due uomini (inizia ad avere l’aspetto di una gang bang) o una coppia e due donne (molto più raro ma non impossibile)

– giocare in 5 o più: coppie regolari, irregolari, e singoli vari. Quando una donna è con 3 o più uomini da sola prende il nome di gang bang,

– coppia cuckold: dove l’uomo ha piacere a vedere la propria donna con altri uomini e sentirsi “inferiore” come uomo o tradito. Può essere attivo o passivo in questo gioco, desiderare essere umiliato o non essere per nulla presente all’incontro. La variante al femminile è molto meno frequente e prende il nome di cuckquean

– esibizionismo di vario tipo. Ad esempio andare in un posto dove fanno carsex e farsi soltanto guardare

Queste solo alcune delle sfumature che ci possono essere, basta non fermarsi a un unico pensiero o a delle regole prestabilite, perché ogni coppia e ogni single ha le proprie regole. Il gioco è bello quando ogni persona è rispettata.

Come iniziare?

– Parlando delle proprie fantasie, è sempre il miglior modo. In questo modo ci si confronta con il partner, si ascoltano le sue fantasie e si confrontano con le proprie.

– Si può iniziare a guardare qualche film porno dove ci siano queste fantasie e vedere come si reagisce.

– Si può partecipare a qualche forum e condividere le fantasie con altre persone e coppie.

– Esistono siti dedicati esplicitamente agli incontri tra scambisti e singoli. Iscriversi non porta direttamente a incontrare qualcuno, ma può aiutare a capire se la coppia può trovarsi bene a mettere in concreto le proprie fantasie

– prima di fissare degli incontri la coppia può decidere i propri limiti, qualsiasi essi siano, la cosa importante è che entrambi siano soddisfatti dalle scelte comuni

– Fissare un incontro, iniziare con un caffè o aperitivo in un posto pubblico. Quattro chiacchiere fanno capire se chi si incontra piace, se c’è feeling o se ancora non si è pronti a pensare ad andare oltre. Anche il solo incontro senza concludere a letto può dare tantissime risposte o materiale per sfogare qualche fantasia di coppia a letto, in intimità

– si può provare ad andare in un carsex se piace esibirsi o se può intrigare quella pratica

Parlare, sempre! Non restare mai con un sassolino in pancia, un dubbio o un pensiero di quelli che si sa che corrodono piano piano. Anche se sia quello di tornare indietro sui propri passi o di fare dei commenti sul tipo di persone che si cercano o del tipo di incontri che si vogliono fare. Non è mai buono andare a dormire con un peso sullo stomaco, meglio con un orgasmo in circolo!

 

—–

 

LEGGI ANCHE

Sesso anale: come stimolare il punto L maschile

L’ A B C del sesso anale

Squirting: non è impossibile, ecco come arrivarci

Hula Beads Lelo: il piacere fatto a sfera

Hula Beads by lelo

Hula Beads Lelo: l’orgasmo non sarà mai più lo stesso!

Ammettilo, anche a te sarà capitato di non intuire immediatamente come si utilizzano alcuni sextoys, alcuni sono immediati, di facile intuizione, altri invece danno filo da torcere alla tua fantasia.

Potrebbe essere il caso delle sfere Hula Brads di Lelo ad esempio. Si ok, che sono delle sfere ce lo dice il nome, ma sono così diverse dalle palline tradizionali, chissà come si useranno??

Ecco svelato il mistero, ho provato per te le Hula Beads e sono pronta a svelarti tutti i segreti!

lelo Hula Beads

Niente paura, sono sfere

Prendi un paio di palline vaginali, uno dei sex toy più antichi del mondo. Inseriscile in una struttura di silicone e dotale di un telecomando. Ecco un oggetto che è insieme vibratore (perché vibra), palline vaginali (perché le due sfere riproducono la forma e le funzioni delle palline vaginali, anche chiamate sfere Ben Wa), ma anche vibratore bullet (un oggetto che si inserisce e che si può indossare anche all’insaputa di tutti).

Cosa fanno?

Le palline non si limitano a ruotare su se stesse, ma vibrano anche. Inseriscile interamente per un’appagante stimolazione del punto G. Magari lascia il comando delle modalità di vibrazione al tuo lui, magari anche quando siete fuori. Per uno dei preliminari più eccitanti.

Top tip

Puoi anche inserire solo la ‘testa’ dell’oggetto e otterrai una duplice, deliziosa stimolazione in quanto la pallina che rimane all’esterno, quella più grande, finisce per stimolarti il clitoride e tutta la vulva.

 

 

—–

 

LEGGI ANCHE

Confort zone sessuale: libera l’esploratrice che c’è in te

L’ A B C del sesso anale

Squirting: non è impossibile, ecco come arrivarci

Doppia penetrazione: tutti i segreti e le istruzioni per l’uso

doppia penetrazione

Doppia penetrazione: tutti i segreti e le istruzioni per l’uso

La doppia penetrazione ovvero la fantasia sessuale più diffusa tra le donne.

Difficile da ammettere a causa dei tabù ma è così. Ma quante donne nella realtà scelgono di provare questa esperienza? Spesso rimane solo un desiderio mai realizzato, ma se mai decidessi di provarci eccoti qua qualche dritta per riuscire al meglio nell’impresa!

N.1 Capire come realizzare il triangolo

Ci sono 3 modi per arrivare alla doppia penetrazione: procurarsi due uomini, procurarsi un uomo e un sextoy, procurarsi un sextoy doppio. Qualunque sia la tua scelta noi ti appoggiamo!

Piano A: due uomini. Sicuramente realizzare la tua fantasia con due uomini sarebbe il massimo ma non è facile, spesso infatti sono proprio gli uomini a tirarsi indietro. Forse non lo sapevi, ma l’idea di entrare in contatto diretto con un altro pene li atterrisce, credono di passare per gay oppure solo hanno paura del contatto diretto che potrebbe avvenire fra i due, chissà che roba!

Piano B: un uomo e un sextoy. In questo caso tutto è più semplice, almeno per quanto riguarda l’uomo. Potresti scegliere un giocattolo anale come questo per esempio o un dildo vaginale e lasciare a lui il lato B del piacere.

Piano C: un giocattolo doppio. In questo caso l’artefice del tuo piacere sarai tu stessa, imparerai così a conoscerti meglio e potrebbe essere il primo passo per una avventura successiva con due uomini. In commercio esistono diversi giocattoli adatti a questo scopo, io preferisco Transformer di Picobong, è un vero e proprio trasformista, che vibrando in maniera indipendente sulle due estremità, sa regalarti il giusto piacere nel punto giusto.

 

N. 2 La realtà non è un film porno.

Spesso l’industria porno ci condiziona a vedere il piacere in un cero modo e, quando realizziamo queste pratiche sessuali nella realtà, risultano molto diverse. Non fa eccezione la doppia penetrazione.

Insomma non rimanere delusa se avrai delle difficoltà pratiche, ci vuole esperienza non solo da parte tua ma anche da parte dei partner. Dovreste avere una buona intesa e tanta complicità oltre ad una buona dose di umorismo per sdrammatizzare i momenti di intrecci mancati.

N. 3 Sveltina? No grazie

La doppia penetrazione richiede una doppia stimolazione, anale e vaginale, serve rilassare entrambe i punti e godere appieno di ogni sensazione per riuscire nell’intento. Quindi prendetevela con calma, la rapidità, che spesso si vede nei film porno, può sfociare in un incontro poco soddisfacente

N. 4 Uno alla volta

Per maggiore piacere e per ottenere la necessaria dilatazione è auspicabile all’inizio penetrare singolarmente la vagina o l’ano. Io ti consiglio di iniziare con la penetrazione vaginale e la stimolazione del clitoride, dopodichè si può passare alla penetrazione anale, previa lubrificazione con un lubrificante, a base d’acqua nel caso tu stia usando un sextoy, o siliconico per una maggiore durata se il rapporto è con due partner. In questo modo il tuo corpo si preparerà a ricevere la doppia penetrazione simultanea.

N. 5 Delicatezza, please

Una volta pronta potrai finalmente provare a ricevere entrambe i partner, ma con delicatezza mi raccomando!

Non avere fretta e non sentirti sotto pressione. Lascia che sia il partner che si trova sotto di te a penetrare per primo e successivamente toccherà a quello che si trova sopra.

Se lo stai facendo con il tuo partner e un giocattolo inizia con la penetrazione vaginale e poi permettigli di introdurre il plug nel tuo lato B.

N. 6 Allenamento

La doppia penetrazione è una tecnica altamente piacevole, ma per essere goduta appieno richiede di delicatezza, coordinamento e molta stimolazione.

E’ normale che magari la prima esperienza, almeno in un trio con due uomini, non sarà la migliore, a meno che non si siano già provate altre forme di penetrazione doppia in precedenza.

Il mio consiglio è quindi di provare, provare e riprovare, magari partendo da sola con un sextoy adatto per finire poi con l’esperienza di avere due partner.

D’altra parte l’allenamento è alla base di tutto, compreso il buon sesso.

—–

 

LEGGI ANCHE

Confort zone sessuale: libera l’esploratrice che c’è in te

L’ A B C del sesso anale

Squirting: non è impossibile, ecco come arrivarci

Pegging, ovvero la penetrazione maschile

Non disturbare - pegging in corso

Mai sentito parlare di pegging?

Per pegging si intende quella pratica sessuale dove l’uomo è penetrato analmente da una donna che indossi un fallo, con uno strapon o uno strapless

Questa parola è nata nel 2001 dopo che Dan Savage creò una gara per inventare il termine che descrivesse questa pratica.

Perché dargli un nome? Perché sarà poco credibile ma la maggior parte degli acquirenti dei falli indossabili erano donne eterosessuali che li usavano per far godere i propri compagni.

Nello stesso modo che un ano femminile o un ano di un uomo omosessuale prova piacere, altrettanto quello di un uomo eterosessuale.

Purtroppo ci sono tanti tabù e spesso c’è questa credenza o giudizio che aleggia come una coperta pesante, che fa pensare che la stimolazione anale etichetti un uomo come omosessuale (che poi anche se fosse, che ci sarebbe di male?), o che sia così pesante che anche chi vorrebbe sperimentare non si sente libero di dirlo/chiederlo per il timore del giudizio altrui.

Per arrivare a penetrare un ano con un dildo indossabile si suggerisce di partire con gradualità, come si farebbe per qualsiasi altro ano di qualsiasi genere o sesso.

Munirsi di un buon lubrificante e di tanto tempo, perché la fretta non aiuta.

aiutante pegging

Se le unghie -anche se ben curate- danno fastidio si possono usare dei guanti usa e getta. Rendono le dita più scivolose e quasi meno invasive e più confortevoli. Si inizia stimolando l’esterno dell’ano, massaggiando e cercando di capire quando l’ano e l’uomo sono pronti per una stimolazione poco più profonda. Si può fare mentre si fa del sesso orale, renderà tutto molto più intenso!

Quando si ha il permesso di avanzare con la penetrazione si può anche andare alla ricerca della prostata e massaggiarla. Questi passaggi talvolta possono richiedere più “sessioni”, per questo non si deve avere fretta.

Un sextoys che può aiutare l’uomo ad adattarsi alle nuove stimolazioni è il plug anale.strumento per il pegging

Ce ne sono di vari modelli ed alcuni hanno una forma che aiuta a dilatare progressivamente l’ano, senza causare traumi. Si possono anche scegliere dei sextoys per stimolare la prostata, anche questi possono aiutare ad abituarsi a questa nuova sensazione.

Sextoys amici del pegging

Quando l’uomo si sente pronto, la coppia può provare a iniziare ad usare lo strapon. Suggerisco quelli dove si può scegliere il dildo da usare, questo perché permettono di usare dildi con un diametro crescente in base al confort e al piacere. Ad esempio si possono anche usare con i plug anali, magari con quello con cui l’uomo ha fatto l’allenamento e a cui è abituato.

L’imbracatura, cintura strapon o harness che indossa la donna può essere un capo di lingerie estremamente sexy. Ora fanno dei modelli pieni di pizzo e colore e le cinghie regolabili oltre a modellare si adattano bene a qualsiasi taglia.

strap-on per il pegging

Mentre la donna mette su questo harness può “indossare” anche lei qualcosa che la faccia godere, come un plug anale, un ovetto o una C vibrante (wevibe per dire), così oltre al piacere visivo ed emotivo potrà divertirsi anche lei.

How to

Le posizioni per la penetrazioni da scegliere quando si inizia sono quelle che mettono a proprio agio entrambi, che non siano cose difficili o che facciano stare in tensione. Fare le prove può essere utile, anche se mentre si fanno si potrebbe scoppiare a ridere, basta che non si perda la voglia di giocare. Se notate che capita, lasciate perdere per il momento per riprendere dopo quando l’eccitazione sarà ritornata.

A volte più che essere attiva la donna potrebbe per le prime penetrazioni lasciare che sia l’uomo a muoversi, così da abituarsi alle nuove sensazioni ed accogliere il dildo.

Gli strapless, feldoes o in alcuni casi chiamati dildi doppi, sono dei dildi con una forma a L studiati per essere indossati da una donna senza il sostegno di una imbracatura.

doppio dildo per pegging

La parte corta viene inserita in vagina e la donna sostiene il dildo contraendo i propri muscoli pelvici. Una volta indossato la donna sembrerà avere proprio avere un pene che spunta in mezzo alle gambe.

Questo tipo di dildo può essere più difficile da gestire in alcune posizioni o non essere molto stabile. Sicuramente darà alla donna una sensazione diversa perché il doverlo trattenere dentro la propria vagina e sentire delle spinte che da come se avessero un eco nella propria vagina, lo rendono un sextoys interessante dal punto di vista di connessione con il partner.

—–

 

LEGGI ANCHE

Sesso anale: come stimolare il punto L maschile

L’ A B C del sesso anale

Squirting: non è impossibile, ecco come arrivarci