6 Luoghi comuni sul SESSO ANALE

6 luoghi comuni sul sesso anale

Sesso anale, questo sconosciuto!

Nonostante tanti luoghi comuni siano stati sorpassati, il sesso anale rimane ancora avvolto nel mistero per buona parte delle donne ( e anche uomini). Se fate parte degli scettici sul rapporto anale ecco qui alcune risposte alle domande più frequenti che mi sento fare quando si parla di sesso anale:

1. IL SESSO ANALE FA MALE?

No! Tieni a mente queste tre parole: lubrificazione, rilassamento, gradualità. Questi step devono essere alla base di un buon rapporto anale. Una buona lubrificazione è fondamentale per provare sensazioni piacevoli, indispensabili lubrificanti a base acquosa come questo, vi aiuteranno a ridurre l’attrito della penetrazione e a rendere la stimolazione più confortevole; 3100004528_960x1360Vi sentirete più rilassate e a vostro agio. Inoltre è importante andare per gradi, ricordate che anche le “esperte” del rapporto anale ogni volta ripartono da capo, ovvero dalla stimolazione della zona e da penetrazioni graduali partendo magari da un dito. Dimenticatevi quello che si vede nei film porno! Sappiate che dietro le quinte si inizia con la gradualità proprio come farete voi novelle del rapporto anale.

2. E’ ANTIGIENICO?

Solo se praticato nella maniera scorretta. L’utilizzo del preservativo aggira il problema, se non ne siete convinte, in commercio esistono doccette intime apposite, per pulire a fondo la zona. Importante ricordarsi di non passare dal rapporto anale a quello vaginale senza cambiare preservativo.

Un consiglio? Partite dal rapporto vaginale classico per poi approdare solo in un secondo tempo al “lato B”.

3.  POSSO DIVENTARE INCONTINENTE?

No. Il malfunzionamento dello sfintere è riconducibile a diverse cause, raramente causa dell’attività sessuale. Se il sesso è praticato nel rispetto del partner la risposta fisica può essere solo piacevole, tutt’altro che traumatica.

Sfatiamo anche il luogo comune del defecare involontariamente durante il rapporto, è praticamente impossibile, se tutto viene svolto con gradualità e rilassatezza sentirete solamente piacere, nulla a che fare con lo stimolo di defecare, il sesso anale non è come inserire una supposta!!!!

4.  SI PUO’ RIMANERE INCINTA?

No. L’unica remota ipotesi è che lo sperma, fuoriuscendo dall’ano, venga in contatto con la vulva,premettendo il passaggio degli spermatozoi. E’ estremamente improbabile che ciò avvenga in ogni casa basta prestare attenzione e magari fare indossare il preservativo che non guasta mai.

5. ESISTE L’ORGASMO ANALE?

Si. La zona dell’ano, oltre ad essere più stretta, quindi sensazioni più intense per entrambe, è anche riccamente innervata. Da ciò ne deriva un piacere molto inteso, fino all’orgasmo se viene praticata la giusta stimolazione in un contesto erotico adeguato che significa anche complicità. Ricordate che infrangere un tabù regala spesso caldi brividi di eccitazione.

giphy-11

 

6. L’UNICA POSIZIONE E’ LA PECORINA?

No. Nonostante la pecorina o doggy style sia la prima posizione che ci viene in mente, tutte le posizioni sono adatte al sesso anale quindi via libera alla sperimentazione. Come nel rapporto classico ogni posizione regala una sensazione più o meno intensa, sta a voi sbizzarirvi tra le posizioni e trovare quella che più vi piace.

Io ve ne consiglio due: la cowgirl, con lei sopra, per sensazioni molto forti e la posizione del cucchiaio ( i due partner distesi su un fianco, con lui dietro e lei davanti) per le più romantiche.

Pronte ad amplificare le vostre esperienze di piacere???

LEGGI ANCHE:

L’ A B C  DEL SESSO ANALE

SPANKING: L’ARTE DELLA SCULACCIATA

LA SCELTA DEL LUBRIFICANTE: SILICONE VS ACQUA

 

Dominazione e sottomissione: schiava per una notte

Dominazione e sottomissione: schiava per una notte

Dominazione e sottomissione: schiava per una notte

 

I giochi di dominazione e sottomissione sono una valida variante al sesso praticato nella quotidianità della coppia, meglio ancora se si è attrezzati con capi di abbigliamento e accessori a tema.

Vediamo insieme come essere perfette… ai suoi ordini.

Outfit da schiava

Intimo

Un intimo che facilita il gioco contribuirà a scaldare l’atmosfera, a dettare le regole. Fate in modo che spogliandovi non vi sia alcun dubbio sul tipo di gioco che volete intraprendere in quel determinato momento.

Vi consigliamo il completo in pizzo nero “Schiava d’amore” della collezione Dreams di Baci Lingerie, che comprende un completino composto da un reggiseno con scollo all’americana e sensualissimo tanga in pizzo nero, un collare e due polsini in pizzo nero collegati da una catenella.

completo in pizzo nero "Schiava d'amore"' completo in pizzo nero "Schiava d'amore"' completo in pizzo nero "Schiava d'amore"'

Oppure meno sobrio ma pur sempre efficace, il completo bondage rosso “Schiava d’amore”, sempre della collezione Dreams di Baci Lingerie, che comprende: un body in maglia a rete rossa che lascia completamente scoperta la parte posteriore, due polsini regolabili con nastri in raso e una mascherina con volants. Il prodotto è disponibile anche in colore nero.

SET BONDAGE SCHIAVA D’AMORE ROSSO BACI LINGERIE- 1 SET BONDAGE SCHIAVA D’AMORE ROSSO BACI LINGERIE- 2 SET BONDAGE SCHIAVA D’AMORE ROSSO BACI LINGERIE- 3 SET BONDAGE SCHIAVA D’AMORE ROSSO BACI LINGERIE- 4 SET BONDAGE SCHIAVA D’AMORE NERO BACI LINGERIE - 1 SET BONDAGE SCHIAVA D’AMORE NERO BACI LINGERIE - 2

Accessori

Negli accessori da abbinare all’intimo potete sbizzarrirvi: mascherine – ad esempio in raso -, manette – intramontabili quelle in piume, ottime quelle realizzate come braccialetti in metallo dorato e dotate di una catenella e moschettoni che permettono la regolazione ai polsi o quelle in organza e satin -, copri capezzoli – meglio ancora se in piume o swaroski -, tickler per una tortura lieve ma eccitante, fruste –  in gomma, in pelle, – per chi ama le sensazioni forti.

manette-cover manette-1 mascherina in raso COPRI CAPEZZOLI CON PIUME E SWAROWSKI manette piume copri capezzoli luccicanti tickler frusta-1 frusta frusta-pelle

Sex Toys

Esistono poi una serie di sex toys particolarmente adatti a giochi di penetrazione un po’ più spinti, che possono essere utilizzati per arricchire la fase culminante del rapporto. La doppia penetrazione è una pratica estremamente piacevole nel rapporto Padrone/Schiava. Si va dal semplice Plug anale a strumenti di tortura più ingegnosi, come i vibratori di ultima generazione o quelli telecomandati di cui vi abbiamo parlato in questo post.

VIBRATORE G-VIBE FUNTOYS palline anali PLUG ANALE - 1

Linguaggio

Anche la lingua vuole la sua parte. No, non intendo in quel senso, su quel punto non mi esprimo: usatela come meglio credete o meglio… come lui desidera che voi la usiate. Quello che voglio intendere è “il linguaggio”: in questi giochi sono ben accette le parole pesanti, gli insulti, a patto che vi eccitino e, credetemi, una volta fatta l’abitudine, non ne saprete più fare a meno!

Insomma, non è il caso di fare le monache di clausura. Siete schiave? Bene, adeguatevi al vostro ruolo e… buon divertimento!

LEGGI ANCHE

Sesso anale: come stimolare il punto L maschile

Dominazione: Mistress, quando è lei a comandare

Squirting: non è impossibile, ecco come arrivarci

Come organizzare un sexy dinner: dall’abbigliamento ai sex toys

Sesso anale: come stimolare il punto L maschile

Sesso anale: il punto l

Sesso anale: come stimolare il punto L maschile, istruzioni per l’uso!

Quando sentiamo parlare o leggiamo di sesso anale la mente corre al corpo sinuoso di lei adagiato morbidamente sotto al corpo di lui, entrambi impegnati in una performance amorosa fortemente erotica. C’è, infatti, molta eccitazione in un rapporto anale, soprattutto se è lei a riceverlo e questo perché di norma, concedere il lato B suona un po’ come un’eccezione.

Diciamolo, care amiche, è molto semplice far credere a un uomo che “al massimo l’abbiamo dato un paio di volte e unicamente nell’ambito di storie importanti!” – beh, però attente, che non tutti i maschietti sono degli ingenuotti sprovveduti e che c’è anche chi i segnali del lato B riesce a leggerli molto ma molto bene e, quindi, stana facilmente certi trucchetti da finte santarelline.

Ma non è di questo sesso anale che vogliamo parlarvi oggi, nel primo articolo della neonata partnership fra Ohlala Erotic Boutique e le ragazzacce più famose del web, bensì di quello che vede lui passivo e lei attiva.

Non tutti gli uomini trovano piacevole subire una penetrazione anale, chi perché l’ha provata e ha avvertito una sensazione di fastidio o addirittura dolore, chi perché non lo farebbe mai e poi mai.
A questi diciamo:

Non sai cosa ti perdi!

E chiediamo:

Conosci il punto L?

Cos’è il punto L

Il punto L si colloca nella zona tra i testicoli e l’ano – il cosiddetto perineo – là dove si erge il pene dall’attaccatura con il corpo.

Sesso anale: punto l

Come stimolare il punto L

Stimolare il punto L con il massaggio

Il punto L può essere stimolato con un massaggio lieve ma deciso praticato a lungo, anche nel momento dell’eiaculazione, che di norma, con tale sollecitazione, può essere molto abbondante e accompagnata da un orgasmo potente.

Stimolare il punto L con un rapporto orale

Ancora più efficace nella stimolazione del punto L è il rapporto orale praticato limitatamente all’area corrispondente la punta del glande, con un’aspirazione fatta con la bocca.
Appoggiate le labbra sulla punta del pene e succhiate come fareste con una cannuccia. Siate delicate, perché il vostro partner e il suo pene potrebbero non gradire troppo impeto.
Se seguite i nostri consigli proverete l’ebbrezza di far venire il vostro lui solo con la bocca, senza mani…. vi trasformerete in maghe del piacere!

Stimolare il punto L con un rapporto anale

Altra via per sollecitare il punto L è la stimolazione anale, che può avvenire, ad esempio, durante un rapporto orale o sessuale, insinuando delicatamente un dito nell’ano – ricordate di bagnarlo con della saliva prima oppure utilizzate un buon lubrificante (vedi sotto paragrafo dedicato).

Sesso anale: la penetrazione dell'uomo

La stimolazione è più efficace se viene praticata con un sex toys adatto per inabissarsi nei meandri dell’ano procurando ondate di piacere inenarrabile.
Lasciate perdere cetrioli, carote e ortaggi vari, non siamo al mercato, utilizziamo gli strumenti idonei!

Come penetrare analmente il nostro lui?

Inutile dire che se il partner non è d’accordo, evitate. Non sorprendetelo con incursioni sgradite sperando di procurargli del piacere inaspettato.
Se invece è un appassionato o semplicemente curioso di provare un’esperienza differente, non fatevi trovare impreparate: procuratevi un buon lubrificante e un sex toys specifico.

Quali sex toys per un buon rapporto anale?

Strap on

Come vi ha già spiegato la nostra Monica in questo post, lo strapon non è altro che un dildo disegnato per essere indossato attraverso un’imbragatura (harness), divertente sia per le coppie eterosessuali che per le coppie omosessuali. I dildo sono spesso intercambiabili a seconda dell’esigenza ed esistono diversi tipi di imbragature, a seconda dell’esigenza anche economica.

Ci sono uomini che impazziscono nel vedere una bella donna con un pene finto! E come dar loro torto!

Sesso anale: strap on

Dildo dalla doppia funzionalità

Indicato per le coppie giocherellone, i dildo dalla doppia funzionalità possono soddisfare entrambi i partner.

A tal proposito vi consigliamo: Share Plaisir, la cui particolare forma anatomica lo rende contemporaneamente un eccitante dildo vaginale per lei e un divertente stimolatore anale per il partner, dal design anatomico e dal materiale morbido.

Sesso anale: doppio dildo doppio-dildo

Lubrificante e detergente antibatterico

Qualsiasi sia il sex toy prescelto, è consigliabile l’utilizzo di un lubrificante a base d’acqua per non danneggiare il silicone e facilitare la penetrazione.

Alla fine di ogni utilizzo, inoltre, è necessario pulire il dildo con un detergente antibatterico specifico per sex toys.


Non ci resta che augurarvi…. buon divertimento!

Anita e le sue ragazzacce 😉

STRAP ON: questo sconosciuto

 

Forse la maggior parte di voi ha già sentito parlare di strap on e forse avrà anche visto qualche foto, filmato o addirittura provato. Ma la censura sociale ci porta a fingere di non sapere, così ho pensato che fosse utile parlare di questo sex toy più diffuso di quello che pensiamo e sdoganare una volta per tutte il suo utilizzo.

Innanzi tutto cos’è uno strap on?

Lo strap on non è altro che un dildo disegnato per essere indossato attraverso un’imbragatura (harness), divertente sia per le coppie eterosessuali che per le coppie omosE21060_2_midessuali. I dildo sono spesso intercambiabili a seconda dell’esigenza ed esistono diversi tipi di imbragature, a seconda dell’esigenza anche economica.

Rappresenta una rivoluzione epocale nella storia dei sex toys perchè il suo utilizzo ha svariate sfaccettature.

Può infatti essere utilizzato da due donne, da due uomini, da una donna su un uomo e da un uomo su una donna, permettendo così la doppia penetrazione.

Quando si parla di penetrazione effettuata con lo strap on parliamo di “pegging”, termine coniato appositamente. Certo non si parla di pegging in tv, al bar e neppure fra amici. E se è difficile parlarne, figuratevi introdurre questa pratica nella vita sessuale della coppia!

Gli uomini si vergognano a proporla per non sembrare gay, le donne non accennano all’idea temendo che il compagno interpreti la proposta come sfiducia nei confronti della sua virilità. E così in genere il desiderio di praticare il pegging rimane inespresso .

Sì, perché sul sesso anale ricettivo maschile pesa l’identificazione con l’omosessualità, e quindi lo stigma sociale. In realtà, la maggior parte degli uomini che fanno pegging sono eterosessuali e si eccitano ad essere penetrati solo ed esclusivamente da donne

Chi riesce a superare la censura sociale ne è spesso soddisfatto. L’importante è iniziare il percorso gradualmente e comunicare molto. Si può partire con la scoperta che anche l’ano maschile è una zona erogena.

Ma che cosa ci trovano di eccitante le coppie eterosessuali nel pegging? Il piacere che provano è fisico o mentale? La risposta non è semplice e deve fare i conti anche con le reticenze di chi potrebbe provare imbarazzo ad ammettere un piacere mentale nell’essere penetrato analmente.

Molti maschi enfatizzano solamente il piacere fisico Altri, invece, riconoscono come preponderante l’elemento emotivo. Quel che è certo è che molti degli uomini che si sottopongono al pegging giudicano questa pratica come la più soddisfacente in assoluto.E26118_1

Per le donne, a parte il caso in cui utilizzino dildo che stimolano la clitoride e/o l’ano, il piacere è esclusivamente mentale, in genere legato al ribaltamento dei ruoli e a un senso di dominio associato all’atto di penetrare

Un fallocentrismo assoluto, in cui, però, a dominare sono le donne.
Non mi stupisco che sempre più donne siano ad amare questo oggetto
Il pegging, insieme agli altri usi dello strapon, rappresenta una sfida interessantissima a chi parla dei ruoli sessuali, delle identità di genere e degli orientamenti sessuali come di oggetti predefiniti, statici, assolutamente determinati. E svela aspetti nuovi e sorprendenti della realtà, delle persone e di noi stessi.

 

 

L’A B C DEL SESSO ANALE

Ancora oggi, soprattutto per le donne, il sesso anale è un tabù, viene spesso rifiutato categoricamente. Anche se, dati alla mano, il sesso anale è crescita ed è raddoppiata la percentuale di donne fra i 20 e i 39 anni che l’ha sperimentato nell’ultimo anno. Insomma, inutile negarlo, è in atto una rivoluzione anale!

Il piacere del sesso anale è determinato da molti fattori: fare qualcosa di “trasgressivo” attrae molte persone, specialmente nel sesso e d’altronde è un modo di sperimentare “altre vie” di piacere nel rapporto di coppia, non dimenticando che quel buchetto è fonte di incredibile ed estatico piacere!

Praticare rapporti anali può essere inoltre un’ottima occasione per portare qualcosa di nuovo, qualcosa di trasgressivo in un rapporto spento. La sensazione fisica che si prova durante questo rapporto è completamente diversa da qualsiasi altra cosa: il retto (sia maschile che femminile), è ricco di terminazioni nervose che segnalano al tuo cervello di “ricompensarti” con sensazioni piacevoli quando vengono stimolate. Per gli uomini, la prostata può essere fonte di intenso piacere. Per un pene “intraprendente” l’anello dell’ano può dare una nuova e forte sensazione tutta da godere. Il retto è effettivamente una zona erogena e risponde alla penetrazione e agli stimoli, è per questo che esistono i butt plug, dildo specifici per l’ano, e le palline anali, adatti sia alle donne sia agli uomini.

38036_web
I consigli più importanti sul sesso anale sono: lubrificanti, condom e pazienza.

Se fa male, lo stai facendo nel modo sbagliato.Con sufficiente lubrificante e pazienza è possibile godere del sesso anale come parte di una vita sessuale sana e soddisfacente.
Comunque, ad alcune persone non piacerà mai, e se il tuo partner è uno di loro, rispetta i suoi limiti.

Da tenere presente che il tessuto del retto è più sottile, soprattutto in confronto al tessuto vaginale, se non si fa attenzione o non si usa il lubrificante, potrebbe verificarsi un trauma locale. Con il lubrificante è possibile prevenire le lesioni, ma il profilattico rimane comunque indispensabile per evitare infezioni. E quando si passa da dietro a davanti, il condom va cambiato, per evitare che i batteri presenti nell’ano penetrino all’interno della vagina

I lubrificanti più sicuri, anallergici e che non rovinano il lattice dei preservativi, sono quelli a base d’acqua. Evitate dunque i lubrificanti a base di olio (compresi la vaselina e baby oil).

È necessario avere molta pazienza per poter avere un rapporto anale, farlo bene è piuttosto complicato ed è opportuno che nella coppia la decisione di sperimentare sia condivisa e desiderata da entrambe.

E’ una possibilità di di stare insieme in un modo nuovo, di provare picchi di fiducia inaspettati e, più semplicemente, è un modo alternativo per provare piacere.

ohlala