Pegging, ovvero la penetrazione maschile

Mai sentito parlare di pegging?

Per pegging si intende quella pratica sessuale dove l’uomo è penetrato analmente da una donna che indossi un fallo, con uno strapon o uno strapless

Questa parola è nata nel 2001 dopo che Dan Savage creò una gara per inventare il termine che descrivesse questa pratica.

Perché dargli un nome? Perché sarà poco credibile ma la maggior parte degli acquirenti dei falli indossabili erano donne eterosessuali che li usavano per far godere i propri compagni.

Nello stesso modo che un ano femminile o un ano di un uomo omosessuale prova piacere, altrettanto quello di un uomo eterosessuale.

Purtroppo ci sono tanti tabù e spesso c’è questa credenza o giudizio che aleggia come una coperta pesante, che fa pensare che la stimolazione anale etichetti un uomo come omosessuale (che poi anche se fosse, che ci sarebbe di male?), o che sia così pesante che anche chi vorrebbe sperimentare non si sente libero di dirlo/chiederlo per il timore del giudizio altrui.

Per arrivare a penetrare un ano con un dildo indossabile si suggerisce di partire con gradualità, come si farebbe per qualsiasi altro ano di qualsiasi genere o sesso.

Munirsi di un buon lubrificante e di tanto tempo, perché la fretta non aiuta.

3100004523_960x1360-1

Se le unghie -anche se ben curate- danno fastidio si possono usare dei guanti usa e getta. Rendono le dita più scivolose e quasi meno invasive e più confortevoli. Si inizia stimolando l’esterno dell’ano, massaggiando e cercando di capire quando l’ano e l’uomo sono pronti per una stimolazione poco più profonda. Si può fare mentre si fa del sesso orale, renderà tutto molto più intenso!

Quando si ha il permesso di avanzare con la penetrazione si può anche andare alla ricerca della prostata e massaggiarla. Questi passaggi talvolta possono richiedere più “sessioni”, per questo non si deve avere fretta.

Un sextoys che può aiutare l’uomo ad adattarsi alle nuove stimolazioni è il plug anale.PLUG ANALE - 1

Ce ne sono di vari modelli ed alcuni hanno una forma che aiuta a dilatare progressivamente l’ano, senza causare traumi. Si possono anche scegliere dei sextoys per stimolare la prostata, anche questi possono aiutare ad abituarsi a questa nuova sensazione.

Sextoys amici del pegging

Quando l’uomo si sente pronto, la coppia può provare a iniziare ad usare lo strapon. Suggerisco quelli dove si può scegliere il dildo da usare, questo perché permettono di usare dildi con un diametro crescente in base al confort e al piacere. Ad esempio si possono anche usare con i plug anali, magari con quello con cui l’uomo ha fatto l’allenamento e a cui è abituato.

L’imbracatura, cintura strapon o harness che indossa la donna può essere un capo di lingerie estremamente sexy. Ora fanno dei modelli pieni di pizzo e colore e le cinghie regolabili oltre a modellare si adattano bene a qualsiasi taglia.

E26118

Mentre la donna mette su questo harness può “indossare” anche lei qualcosa che la faccia godere, come un plug anale, un ovetto o una C vibrante (wevibe per dire), così oltre al piacere visivo ed emotivo potrà divertirsi anche lei.

How to

Le posizioni per la penetrazioni da scegliere quando si inizia sono quelle che mettono a proprio agio entrambi, che non siano cose difficili o che facciano stare in tensione. Fare le prove può essere utile, anche se mentre si fanno si potrebbe scoppiare a ridere, basta che non si perda la voglia di giocare. Se notate che capita, lasciate perdere per il momento per riprendere dopo quando l’eccitazione sarà ritornata.

A volte più che essere attiva la donna potrebbe per le prime penetrazioni lasciare che sia l’uomo a muoversi, così da abituarsi alle nuove sensazioni ed accogliere il dildo.

Gli strapless, feldoes o in alcuni casi chiamati dildi doppi, sono dei dildi con una forma a L studiati per essere indossati da una donna senza il sostegno di una imbracatura.

doppio-dildo

La parte corta viene inserita in vagina e la donna sostiene il dildo contraendo i propri muscoli pelvici. Una volta indossato la donna sembrerà avere proprio avere un pene che spunta in mezzo alle gambe.

Questo tipo di dildo può essere più difficile da gestire in alcune posizioni o non essere molto stabile. Sicuramente darà alla donna una sensazione diversa perché il doverlo trattenere dentro la propria vagina e sentire delle spinte che da come se avessero un eco nella propria vagina, lo rendono un sextoys interessante dal punto di vista di connessione con il partner.

—–

 

LEGGI ANCHE

Sesso anale: come stimolare il punto L maschile

L’ A B C del sesso anale

Squirting: non è impossibile, ecco come arrivarci

Trucchi per una fellatio da urlo

Pronte a conoscere tutti ma davvero tutti i segreti per una fellatio da urlo?

I trucchi per fare sesso orale a un uomo sono uno degli argomenti che spesso mi chiedono le donne alla fine di un incontro ma si arriva a parlare di argomenti piccanti solo quando non c’è più tempo.

La mia risposta breve è sempre la stessa: ascoltare il partner e avere una buona comunicazione, e per il sesso orale aggiungo che è una cosa che deve anche piacere, altrimenti diventa solo un gesto meccanico.

Non dico che se non vi piace dovete desistere dal farlo. Ovviamente se è una forzatura, una cosa che va oltre i vostri limiti, dovrete comunicarlo con il partner. Ci sono altri modi per rendere felice un uomo, ad esempio un buon massaggio!

Ascoltare il proprio partner è più importante di qualsiasi tecnica, se è vero che si possono imparare cose nuove se non si ascolta dove e cosa gli piace, tutto è inutile e può portare disagio.

E si può anche chiedere a voce cosa piace di più e cosa piace di meno, che non sempre da mugugnii e “sgrunt” si riesce a capire cosa vogliano dire. Anche chiedere di masturbarsi per osservare i punti che va maggiormente a stimolare.

La prima cosa è comprendere se l’uomo gradisce se assieme alla bocca desidera anche sentire il tocco delle mani. Magari non ci ha mai fatto caso nemmeno lui, basta fare una prova con e senza e ascoltare: quando una cosa piace emettono suoni, uguali alle donne.

Le mani possono essere usate entrambe, una sull’asta del pene e può seguire i movimenti della bocca o andare in senso contrario. L’altra mano può stimolare lo scroto e i testicoli oppure il perineo, la zona tra i testicoli e l’ano. Molti uomini non la conoscono e possono trovarla molto piacevole.

Per gli uomini che gradiscono anche la stimolazione anale si può stimolare l’ano o la prostata, usando del lubrificante, qui ne trovi di tutti i gusti.

La fellatio con la stimolazione della prostata prende il nome di “pompino imperiale”.

Forse uno dei trucchi che non tutti sanno è che si possono combinare più movimenti assieme e non solo avvolgere il membro in bocca e muovere la testa su-giù, oltre alle stimolazioni che si possono fare con le mani, si possono attivare le labbra, la lingua e un misto tra suzione e deglutizione.

La lingua può esplorare il glande, sia avvolgerlo tutto e massaggiarlo mentre la testa si muove, ma anche fare dei movimenti rotatori o a pennellate sia sul glande, che sul frenulo che in una zona che si trova un dito sotto il frenulo che è ritenuta il punto G maschile.

Con le labbra si può stimolare questa specie di punto G, come fare una pressione tutto intorno all’asta mentre entra ed esce dalla bocca, aumentando le pressioni nelle zone più sensibili come la corona del glande, il punto G maschile, il frenulo.

Non dimenticate di esplorare l’orifizio dell’uretra! A molti uomini porta un grande piacere.

La suzione può essere molto piacevole soprattutto intorno al glande. Se si aumenta la suzione mentre il pene sta uscendo dalla bocca, il massaggio sarà maggiore ed anche il piacere.

La deglutizione porta una stimolazione più soft, molto piacevole quando la bocca è tutta impegnata e le stimolazioni al pene sono maggiori. C’è un lieve risucchio da parte della gola, la lingua fa dei movimenti particolari che andranno a massaggiare glande e asta, e visivamente può essere molto intrigante e stuzzicante per l’uomo.

Il fantomatico “deep throat” o “gola profonda” porta molti stimoli piacevoli: visivi, sensoriali ed emotivi. L’allenamento a rilassare i muscoli della gola, a evitare che il pene tocchi il punto di riflesso del vomito e a trovare la giusta posizione per sincronizzare la propria forma della bocca con la forma del pene, possono aiutare molto in questa impresa. Non sempre però si arriverà a poter ospitare un intero pene in bocca, ma la cosa potrà piacere comunque molto all’uomo. Non dare per scontato che le possibili lacrime e simil soffocamenti che ci potranno essere non siano eccitanti, c’è un tipo di uomo che tende a dominare che adora questa reazione. Se non vi sentite a disagio e la cosa vi eccita, può essere parte della fellatio. La “dacrifilia” (https://it.wikipedia.org/wiki/Dacrifilia) è il feticismo di eccitarsi quando si vede il partner piangere durante l’intercorso sessuale. Questo deve essere un piacere condiviso, non significa che vi da una mazzata per farvi piangere, ma ad esempio l’ingombro del pene in bocca che porta la persona a lacrimare, può essere molto eccitante. Questo non è sinonimo di maschilismo. Una pratica sessuale deve piacere a entrambi i partner, quando è così sono tutti soddisfatti e non si parla di superiorità o cattiveria.

La fellatio può essere attiva o passiva. Se è il partner che offre il sesso orale e guida i giochi, sarà colui che decide il ritmo, le mosse, la profondità. Conoscendo l’uomo saprà quando andare più veloce o più piano, in base all’obiettivo desiderto: prolungare l’atto, portarlo vicino all’orgasmo e rallentare o concludere con un bell’orgasmo.

Se invece è l’uomo che si attiva, l’atto si chiama “irrumatio” e decide l’uomo la velocità e la profondità. Quest’ultima deve però essere concordata, quando il partner vi conosce bene saprà fino a quanto potrà spingersi, se non vi conosce lo potrete guidare con le mani, usandole come freni per far comprendere dove deve fermarsi.

Prima di arrivare all’orgasmo è cosa buona e giusta concordare dove eiaculerà. Non a tutti piace ricevere lo sperma in bocca, non a tutti piace ricevere lo sperma su una qualsiasi parte del corpo o in alcune in specifico. Parlate e concordate le zone ok e le off limits.

E non dimenticate di chiedere, anche in un secondo momento, se desidera qualche cosa in particolare!

 

—–

 

LEGGI ANCHE

Dominazione e sottomissione: schiava per una notte

Dominazione: Mistress, quando è lei a comandare

Squirting: non è impossibile, ecco come arrivarci

Sesso anale: come stimolare il punto L maschile

Sesso anale: il punto l

Sesso anale: come stimolare il punto L maschile, istruzioni per l’uso!

Quando sentiamo parlare o leggiamo di sesso anale la mente corre al corpo sinuoso di lei adagiato morbidamente sotto al corpo di lui, entrambi impegnati in una performance amorosa fortemente erotica. C’è, infatti, molta eccitazione in un rapporto anale, soprattutto se è lei a riceverlo e questo perché di norma, concedere il lato B suona un po’ come un’eccezione.

Diciamolo, care amiche, è molto semplice far credere a un uomo che “al massimo l’abbiamo dato un paio di volte e unicamente nell’ambito di storie importanti!” – beh, però attente, che non tutti i maschietti sono degli ingenuotti sprovveduti e che c’è anche chi i segnali del lato B riesce a leggerli molto ma molto bene e, quindi, stana facilmente certi trucchetti da finte santarelline.

Ma non è di questo sesso anale che vogliamo parlarvi oggi, nel primo articolo della neonata partnership fra Ohlala Erotic Boutique e le ragazzacce più famose del web, bensì di quello che vede lui passivo e lei attiva.

Non tutti gli uomini trovano piacevole subire una penetrazione anale, chi perché l’ha provata e ha avvertito una sensazione di fastidio o addirittura dolore, chi perché non lo farebbe mai e poi mai.
A questi diciamo:

Non sai cosa ti perdi!

E chiediamo:

Conosci il punto L?

Cos’è il punto L

Il punto L si colloca nella zona tra i testicoli e l’ano – il cosiddetto perineo – là dove si erge il pene dall’attaccatura con il corpo.

Sesso anale: punto l

Come stimolare il punto L

Stimolare il punto L con il massaggio

Il punto L può essere stimolato con un massaggio lieve ma deciso praticato a lungo, anche nel momento dell’eiaculazione, che di norma, con tale sollecitazione, può essere molto abbondante e accompagnata da un orgasmo potente.

Stimolare il punto L con un rapporto orale

Ancora più efficace nella stimolazione del punto L è il rapporto orale praticato limitatamente all’area corrispondente la punta del glande, con un’aspirazione fatta con la bocca.
Appoggiate le labbra sulla punta del pene e succhiate come fareste con una cannuccia. Siate delicate, perché il vostro partner e il suo pene potrebbero non gradire troppo impeto.
Se seguite i nostri consigli proverete l’ebbrezza di far venire il vostro lui solo con la bocca, senza mani…. vi trasformerete in maghe del piacere!

Stimolare il punto L con un rapporto anale

Altra via per sollecitare il punto L è la stimolazione anale, che può avvenire, ad esempio, durante un rapporto orale o sessuale, insinuando delicatamente un dito nell’ano – ricordate di bagnarlo con della saliva prima oppure utilizzate un buon lubrificante (vedi sotto paragrafo dedicato).

Sesso anale: la penetrazione dell'uomo

La stimolazione è più efficace se viene praticata con un sex toys adatto per inabissarsi nei meandri dell’ano procurando ondate di piacere inenarrabile.
Lasciate perdere cetrioli, carote e ortaggi vari, non siamo al mercato, utilizziamo gli strumenti idonei!

Come penetrare analmente il nostro lui?

Inutile dire che se il partner non è d’accordo, evitate. Non sorprendetelo con incursioni sgradite sperando di procurargli del piacere inaspettato.
Se invece è un appassionato o semplicemente curioso di provare un’esperienza differente, non fatevi trovare impreparate: procuratevi un buon lubrificante e un sex toys specifico.

Quali sex toys per un buon rapporto anale?

Strap on

Come vi ha già spiegato la nostra Monica in questo post, lo strapon non è altro che un dildo disegnato per essere indossato attraverso un’imbragatura (harness), divertente sia per le coppie eterosessuali che per le coppie omosessuali. I dildo sono spesso intercambiabili a seconda dell’esigenza ed esistono diversi tipi di imbragature, a seconda dell’esigenza anche economica.

Ci sono uomini che impazziscono nel vedere una bella donna con un pene finto! E come dar loro torto!

Sesso anale: strap on

Dildo dalla doppia funzionalità

Indicato per le coppie giocherellone, i dildo dalla doppia funzionalità possono soddisfare entrambi i partner.

A tal proposito vi consigliamo: Share Plaisir, la cui particolare forma anatomica lo rende contemporaneamente un eccitante dildo vaginale per lei e un divertente stimolatore anale per il partner, dal design anatomico e dal materiale morbido.

Sesso anale: doppio dildo doppio-dildo

Lubrificante e detergente antibatterico

Qualsiasi sia il sex toy prescelto, è consigliabile l’utilizzo di un lubrificante a base d’acqua per non danneggiare il silicone e facilitare la penetrazione.

Alla fine di ogni utilizzo, inoltre, è necessario pulire il dildo con un detergente antibatterico specifico per sex toys.


Non ci resta che augurarvi…. buon divertimento!

Anita e le sue ragazzacce 😉