Il gusto dei preliminari: Padding con l’aiuto dei sex toys

Preliminari? Non solo baci e carezze

Non c’è cosa più bella che cominciare il rapporto sessuale con i preliminari, chiamati anche Padding.

Ma per alcuni non è molto chiaro il termine, limitandolo ai semplici baci e carezze che, per l’amor del cielo, sono un elemento fondamentale, tuttavia spesso non sufficienti a noi donne.

I preliminari sono un vero e proprio rituale che spesso portano anche più piacere del sesso stesso.

E’ infatti molto importante dargli il giusto valore, ed essere coscienti che anche tramite essi si approfondisce la conoscenza del proprio partner a 360 gradi.

Sapere quello che eccita l’altra persona ed essere in grado di mettere in pratica tutti i trucchetti per accendere la fiamma dentro di lei, è spesso più eccitante del ricevere piacere.

Tra le tante differenze tra uomo e donna, c’è spesso anche quella che alcuni uomini tendono a saltare i preliminari perché li considerano una scocciatura, non vedendo l’ora di tuffarsi con il proprio pene dentro a quel posto caldo e accogliente che è la nostra vagina.

Le conseguenze le sappiamo bene, perché per noi donne non è così automatico e meccanico l’essere pronte a quel momento. D’altronde agli uomini è sufficiente che gli si gonfi il pene, ma noi dobbiamo essere pronte e ben lubrificate ad accogliere, il ché è ben diverso.

Mantenere ampi orizzonti con l’aiuto dei preliminari, per conoscere se stessi ed il proprio partner

Appurato che i preliminari sono fondamentali ad una buona riuscita del rapporto sessuale, parliamo ora dell’atto pratico.

La chiave nei preliminari è la conoscenza delle zone erogene.

Ognuno di ha dei punti ben precisi del proprio corpo che se stimolati nel modo giusto portano inevitabilmente (oserei dire: E MENO MALE! :)) all’eccitazione e quindi al piacere.

E se pensiamo di conoscerci alla perfezione, mi domando se non vi è mai capitato di rimanere di stucco almeno una volta nell’aver scoperto un punto che non avreste mai pensato potesse recarvi uno sconvolgimento corporeo.

Bene, se vi è capitato allora riflettete su quello che pensate di sapere veramente sul vostro partner.

Un buono strumento per conoscere se stessi e l’altro sono per l’appunto i preliminari.

Il rischio di rimanere con la mascella mascella bloccata per via dei preliminaribloccata

Concentriamoci sui genitali, quali punti erogeni per eccellenza.

Oramai, bene o male, sappiamo tutti quali possono essere le varie stimolazioni, sia per uomo che per donna, che si usano di più e sono più frequenti.

Sto parlando delle stimolazioni in cui magari c riteniamo “esperti/e”.

Ma dopo un po’ che le si mettono in pratica tutte volte prima di fare l’amore.. CHE NOIA!

Soprattutto alcune volte si rischia di rimanere con la mascella bloccata (sia per lui che per lei) a forza di ripetere sempre le stesse cose.

E se non è la mascella, magari il giorno dopo è a carne greve al braccio, o altro.

Per questo motivo, reputo sano e divertente avvalersi di qualche giochetto, che siano i giochi di ruolo, oppure i fantastici Sex Toys.

Preliminari da urlo? Garantiti!

Lo sguardo curioso

Un esempio dell’utilizzo dei Sex Toys è la classica masturbazione, con l’aiuto del proprio giocattolino, di fronte al proprio partner, che non vedrà l’ora di prendere il posto di quel pezzo di gomma tanto fortunato.

Eccitantissimo per l’uomo, ma anche per la donna.preliminari da urlo

L’essere guardata quando si prende il controllo sul proprio piacere ed eccitare l’altro facendolo, scatta nella donna un qualcosa di veramente potente. Difatti a chi non piace essere desiderata?

Preliminari a distanza

Un altro modo per cominciare i preliminari è giocare con il fantastico ovetto.

Può durare anche una intera giornata, e francamente l’essere sorpresa, nei momenti più disparati, dal tuo partner che decide di premere il ovetto vibrantepulsantino “ON” del telecomando, ti farà accumulare desiderio da vendere.

Infatti è molto eccitante anche l’essere in balia del potere decisionale dell’altro, e quindi vittima dell’effetto SORPRESA!

Vibriamo insieme

Ma passiamo a momenti ancora più piccanti.

Come ben sappiamo i sex toys sono stati creati anche per l’uomo.

Quindi perché non decidere di stimolarsi a vicenda con l’aiuto di questi?

Per esempio, praticare una bella 69 dove ognuno dà il via al vibratore sul genitale dell’altro.

Provatelo stimolando la zona perineale e l’ano dell’uomo, e gli farete vedere le stelle.